Famiglie e Separazioni ai tempi del Covid-19

Famiglie e Separazioni ai tempi del Covid-19

Le famiglie divise, chi sta affrontando una separazione o vorrebbe iniziare una causa di separazione sono in difficoltà in questa emergenza da Covid-19.

Visite ai figli in famiglie divise, violenze domestiche, separazioni, diritti e doveri ai tempi del Covid-19. Cerchiamo di fare chiarezza.

Cosa succede e come ci si deve comportare in questo periodo di emergenza?

L’incertezza in questo momento la fa da padrona.

Soprattutto per quanto riguarda la gestione quotidiana del rapporto con il partner ed i figli, nelle famiglie separate di fatto o legalmente.

In questo periodo cause di diritto di famiglia, ufficialmente vanno avanti. Infatti il decreto di sospensione di termini processuali ed udienze civili ha una formulazione incerta che ammette, fra i procedimenti che non possono essere interrotti, quelli in materia di alimenti di figli minori.

Cosa accade, per esempio, a coloro che attendevano un’imminente decisione in materia di affido, collocamento, mantenimento, mancando solo un’udienza alla pronuncia definitiva? 

Ho fatto istanza al Tribunale di emettere il decreto definitivo, senza essere presenti all’ udienza, che era stata appunto rinviata a data da destinarsi, potendo il Giudice farlo sulla base di atti e documenti già acquisiti.

L’istanza è stata accolta. 

Gli avvocati potranno inoltrare apposite istanze per chiedere di procedere, fornendo però comprovate ragioni d’urgenza.

Fra le cause per cui è prevista la trattazione urgente anche durante la ‘serrata’ quasi totale dell’attività giudiziaria vi sono i procedimenti in materia di protezione familiare.

L’invito per chi vuole formalizzare un accordo di separazione o di divorzio è di procedere con negoziazione assistita.

Oppure presentare una separazione o divorzio congiunto per fissare gli accordi raggiunti in merito a mantenimento, affidamento e collocamento dei figli, in questi casi si può procedere con iscrizione telematica.

Ma si riesce a trovare un avvocato in questo momento?

Molti studi si sono organizzati in smart working. Anche noi ci siamo organizzate in teleconferenza per chi lo desidera, con redazione e deposito degli atti in via telematica.

Dal 4 maggio 2020 per le ipotesi di urgenza e laddove necessario ci siamo organizzate per ricevere presso la nostra sede a Roma, in viale delle Milizie 38. abbiamo predisposto il distanziamento sociale, dotazione di guanti e mascherine e sanificazione degli ambienti.

E come affrontare i costi in questo periodo cosi drammatico?

Per venire incontro alle tante difficoltà economiche delle famiglie abbiamo ritenuto d’obbligo fissare delle tariffe contenute (con preventivo sociale) e rateizzate per mettere in condizione le persone in difficoltà di garantirsi e tutelarsi.

https://www.facebook.com/centrotuteladonne/

www.tuteladonne.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.