Il Mantenimento dei figli ai Tempi del Coronavirus

Il Mantenimento dei figli ai Tempi del Coronavirus

Gli assegni di mantenimento per i figli si devono pagare anche con la crisi e il coronavirus. Cosa succederà sul fronte mantenimento dei figli di genitori separati quando sarà passata la crisi sanitaria?

L’emergenza COVID-19 ha delle conseguenze anche sui genitori separati. Questa situazione ricade sia sul genitore che si occupa prevalentemente dei figli che sul genitore onerato di versare l’assegno di mantenimento.

Ad oggi, non essendovi stato alcun intervento del Governo in merito, il genitore che deve versare l’assegno di mantenimento per i figli è obbligato a farvi fronte. Alcuni principi già affermati dalla Cassazione ci possono guidare.

“Lo stato di bisogno di un figlio minore è presunto”, ha affermato la Corte. “Il minore è un soggetto non in grado di procacciarsi un reddito proprio”. Le difficoltà economiche lamentate dal genitore inadempiente, devono essere tali da integrare gli estremi di un vero e proprio stato di indigenza economica e di una “situazione incolpevole di assoluta indisponibilità di guadagno sufficienti a soddisfare le primarie esigenze di vita”.

Pertanto, il genitore che non è in grado di versare il mantenimento per i figli vi possono essere sia conseguenze civili (precetto e pignoramento) e che conseguenze penali (art. 570 bis c.p.)

Dobbiamo però dire che, in caso di impossibilità sopravvenuta non imputabile al debitore, si può ricorrere in via d’urgenza al Tribunale per richiedere una riduzione. Oppure si può sottoscrivere un’accordo tra i genitori che preveda la modifica sia pur limitata alla durata dell’emergenza del Coronavirus. L’attuale emergenza non può e non dev’essere utilizzata come scusante per sottrarsi agli obblighi di assistenza familiare.

Ricordatevelo, i figli prima di tutto!

Per info Linea Tutela Donne 06.2753689.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.